Notte IX

Notte IX

FINALE DI CRONACA

Il seguente finale è composto dai risultati ottenuti in-game, unitamente alle decisioni prese dall'Arcidiacono .  Decine di altre combinazioni e di ulteriori risultati erano quindi possibili. Il tutto èspettato a  voi giocatori!

"Dalle indagini condotte dalle alte cariche della Nuova Perusia, nei mesi seguenti la notte del 19 maggio 2018, emersero importanti dettagli:

L'ex Principe Baphomet e la sua coterie, che tramite sotterfugi già avevano fatto eliminare tre dei cinque perugini superstiti dalla notte del rituale di incatenamento di Februus e Vanth, non sono esattamente trascesi.
Si dice abbiano acquisito dei poteri che vanno oltre a quelli normalmente concessi ai Vampiri, e voci indicano che siano stati avvistati in molti domini di tutta Italia. Le loro macchinazioni sono per lo più ancora ignote.

Il Dottor INGegner Olsen, all'epoca nei panni del suo alterego D.Ing.O, si scoprì essere stato l'artefice delle tensioni tra Lancea ed Invictus, avendo orchestrato tramite i suoi contatti la falsa pista che portò l'invictus a ritenere che Luciano fosse stato eliminato proprio dalla Lancea. Luciano appunto, ex siniscalco di Perugia, sembra essere in realtà salvo e che sia attualmente sotto la protezione della coterie di Baphomet.
Gli altri delegati, dopo il 19 maggio 2018, si ritirarono in pace da Perugia.

La megera Zora, si dimostrò essere stata l'artefice degli attacchi dei Lupini, scatenati al fine di scardinare il dominio della Lancea stessa per eliminare l'Arcidiacono. 

Il nuovo governo di Perugia perdonò gli accoliti che rinnegarono Zora, tendendo loro la mano per costruire un futuro di collaborazione. Questa, privata oramai di  fedeli, si dice sia scomparsa dalla città.
Dopo i molti tumulti, la Lancea tornò  infine salda al potere. Roma, invio numerosi delegati a rinforzo della martoriata città di Perugia, che fu liberata dall'oppressione dei Lupini definitivamente.
D.Ing.O fu ritenuto colpevole della rottura di governo tra Invictus e Lancea e fu ostracizzato dalla città. Si dice tornò in nord Europa, dove a breve cambiò nuovamente personalità per continuare l'esperimento sociale Carthiano.
Il Principe, non intraprese buoni rapporti con Cassandra e  forte dell'appoggio di Roma, non le permise di rientrare nella città di Perugia. Questa si stabilì al Trasimeno, e si dice sia ancora in attesa di riprendersi "quanto suo di diritto"...


Voci e pettegolezzi

 Nella Città Prigione di Cortona, Il ventrue  OrazioAntinori, ex reggente di Perugia si dice abbia stretto alleanza con il carceriere e che sia diventato sanguinario e instabile.
Ascanio della Corgna, sire di Cesare Maria DeVecchi (Il Grifo Nero), vive nel corpo di questo, grazie alla diablerie commessa in passato. Un giorno reclamerà il suo posto al potere.
L'antico Guardiano di tifone Veive (Chimera) giace ancora pietrificato a Montesperello, protetto da Spiriti e dai Lupini, mentre uno dei gemelli Nuthanath, è in torpore fuori dalla città ed un giorno si risveglierà.
Cassandra, sviluppato il sangue Kahibit cerca in solitaria un successore per combattere l'esercito infernale di Hentu Huzrna. 
Il macellarius Trimalcione, vaga ancora di dominio in dominio divorando persone e vampiri e alimentando il mercato nero in ogni settore.