Lo status

[Questa è la sezione di "ambientazione generale" dello status, i dettagli di regolamento sono nella pagina "reqiusiti di status e cariche" ]


La società vampirica è di stampo feudale e su basa dunque su gerarchie.

Lo status rappresenta l'importanza e l'influenza di un vampiro nella società della sua città.

Lo status quindi è una caratteristica che un vampiro guadagna con fatica, spiccando nella società o compiacendo coloro che possono far aumentare lo status altrui.

Con facilità invece può essere perso a causa di errori, cattiva condotta o semplicemente contraddicendo i potenti della città.

Il modo più rapido per guadagnare status, in generale è quello di ottenere cariche cittadine.

A queste infatti, generalmente corrisponde un valore di status prefissato che difficilmente è ottenibile semplicemente "scalando" la società.

In Perugia, salvo diverse direttive del Principe, si hanno 6 livelli di status. 

  • ZERO: indica un cittadino riconosciuto che ha quindi tutti i diritti basilari, senza tuttavia alcun particolare privilegio. Sempre a zero vi sono gli ospiti di altri domini che si sono regolarmente presentati al regnante. Non ci sono particolari appellativi per i riconosicuti.
  • UNO: sono i cittadini meritevoli (Titolo: "Rispettato")
  • DUECustode, Sceriffo (Titolo: "Stimato")
  • TREPrimogeniti, Arpia (Titolo: "Illustre")
  • QUATTRO: Araldo/Siniscalco (Titolo: "Nobile")
  • CINQUE: Principe (Titolo: "Magnifico, Eccelso, Maestà")

 Questo è solo indicativo. In ogni città lo status è distribuito secondo le necessità o il capriccio del regnante e delle Arpie.

L'uso dei titoli proposti, sebbene non sia obbligatorio, è consigliato per non incorrere nelle ire delle Arpie, ma starà a ciascun personaggio decidere se e come far valere il proprio status.

Il "galateo" vampirico vorrebbe quindi che un riconosciuto, ad esempio, chiami il signor Curtis, Sceriffo della città, con il titolo di "Stimato Sceriffo" o "Stimato Signor Curtis".

Starà poi all'interlocutore permettere di tralasciare queste formalità o al contrario punire chi non porta il dovuto rispetto.

 

Perdere e guadagnare status

Come anticipato, lo status, non è fisso nel tempo, ma può mutare. Il Principe stesso o le Arpie, possono alzare/abbassare lo status dei fratelli di un dominio (oltre ad eventuali altri incaricati dal Principe stesso).

In generale, lo status Aumenta ricavandosi un posto nella società, acquisendo cariche di congrega o cittadine, rendendo servizi ai potenti ed al principe stesso, nonché servendo il bene della città.

Diminuisce infrangendo leggi e diritti o semplicemente “pestando i piedi” al vampiro sbagliato. Anche perdendo cariche o fallendo in questioni importanti lo status può essere ridotto.

Lo status tuttavia, viene tenuto in equilibrio ossia, in genere il principe non porterà lo status dei sudditi a livelli troppo bassi, per non creare malcontenti e parimenti non è plausibile che tutti godano di alta reputazione.

Quindi, di solito, se qualcuno acquista status, qualcun altro è probabile lo perda. In particolare, se cambia governo, il nuovo principe, se può, tenderà a ridistribuire lo status secondo il proprio capriccio, abbattendolo dai sostenitori del “vecchio principe” e premiando i suoi.

 

Le Arpie

I domini "tradizionali" prevedono una o più arpie: membri Elite della società che possono fare il bello e il cattivo tempo, potendo di fatto variare lo status degli altri fratelli, premiando chi preferiscono e punendo chi li ostacola.

Le arpie possono essere quindi molto temute.

La cosa particolarmente importante da comprendere è che un'Arpia non necessita di una valida motivazione per modificare lo status altrui e a volte qiundi questi antipatici fratelli possono premiare semplicemente  chi le "alliscia" maggiormente e punire solo per capriccio.

Risulta alrtesì vero che Arpie troppo arroganti, destano froti malumori ed a lungo andare qualcuno può fargliela pagare...

 

Giocare lo status

In una società ingiusta e crudele come quella dei vampiri, lo status non è solo un appellativo teorico, ma ha delle conseguenze pratiche importantissime.

Chi ha status maggiore, ha l'ultima parola con quelli di status minore!

Se un giovane vampiro ha una discussione con un fratello di status maggiore, egli avrà automaticamente torto! Lo status rappresenta una specie di “valore” attribuito alla propria parola.

Chi ha più status, può (o meglio potrebbe) sottomettere chi ne ha meno.

Chi ha più status, ha ragione su chi ne ha meno. Tuttavia, un vampiro abbastanza lungimirante, capirà che esagerare abusando del proprio status non è mai conveniente...come detto, lo status può cambiare e chi ha ricevuto torti non vedrà l'ora di rifarsi appena potrà!

Per un cittadino con status "basso", un'ancora di salvezza ad esempio per le trattative, gli accordi, i favori ecc, è far registrare il proprio credito da un Notaio/Arpia.

Se così non avvenisse e ad esempio un Riconosciuto (status 1) stipulasse un accordo verbale con uno Stimato fratello (status 2) quest'ultimo potrebbe tranquillamente negare il trattato senza alcuna conseguenza. [vedere sezione Favori e Debiti]

 

Status esplicito ed implicito

I valore “numerico” di status a volte è solo puramente indicativo.

Infatti ci sono molte situazioni in cui un vampiro, seppur abbia status basso, sia in realtà molto potente.

Potrebbe essere ad esempio un anziano in contrasto col principe, oppure un forestiero accettato da poco o ancora un vampiro disinteressato della politica cittadina.

Si dice dunque che alcuni fratelli abbiano status implicito ossia che siano intrinsecamente tanto potenti da meritare rispetto anche se il loro status ufficiale fosse basso.

In questi casi, occorre fare attenzione: è sempre bene sapere con chi si ha a che fare prima di approfittare del proprio vantaggio di status o potrebbe ritorcersi contro!

 

Consigli e f.a.q. per la sopravvivenza...

  • Riferitevi agli altri con toni e linguaggi dipendenti dallo status. Ad uno di status inferiore potreste trattarlo freddamente e bruscamente; ad uno di status superiore è il caso di dare del “lei” o perfino del “voi” ed usando maniere garbate ed il titolo appropriato.
  • È consigliabile disturbare fratelli di status maggiore solo per questioni serie ed importanti. Non è saggio, ad esempio, disturbare il principe per chiedere se ha visto passare qualcuno o questioni frivole simili. Se arriva un estraneo in Elysium, non saranno certo gli anziani ad andare ad aprire la porta e così via.
  • Tenete conto anche dello status implicito, del clan e della congrega: se un vampiro di status inferiore vi disturba, tuttavia è parte del vostro stesso clan oppure della vostra congrega o ancora egli è più influente/potente di quanto il suo status indichi, può essere il caso di “chiudere un occhio” , facendo tuttavia sempre notare i comportamenti fuori luogo. (fatevi sempre rispettare, siete vampiri!
  • Ricordare che el arpie sono notoriamente "capricciose" e possono modificare lo status, spesso anche senza motivi importanti.

Attenzione! Quanto detto non significa che è vietato interagire con personaggi di status superiore!!!...ma solo che è consigliabile e che si usino i toni e modi appropriati

[nota importante: eventuali abusi di status, narrativamente incoerenti con la situazione o il proprio personaggio, non sono tollerati dagli organizzatori.

Lo status può essere usato nei confronti politici tra i personaggi, ma non deve mai oltrepassare la soglia del gioco e mortificare i giocatori]

Si ricorda infine che lo status, rappresentando importanza politica,  non è direttamente collegato con le discipline, la potenza del sangue o altro e pertanto non fornisce alcun vantaggio nei tiri con le carte.