Verità o menzogna

Questa sezione rappresenta un consiglio avanzato, particolarmente utile per coloro che abbiano giocato almeno una volta e per tutti coloro che vogliono raffinare il loro gioco.

 

La "verità" nei giochi di ruolo

Nel l'ambientazione "mondo di tenebra", ancor più che nella realtà, il concetto di "verità" è molto relativo...

Forse esiste una "verità assoluta", ma in genere quelle che si possono conoscere, sono varie versioni di essa, vere solo parzialmente oppure incomplete o opinabili.

Inoltre, è importante capire, per i giocatori,  che il ritenere veritiero un fatto, non significa che esso lo sia.

E' bene ricordare che "Vampiri" è un gioco di inganni e cospirazioni continue!

 

Vari esempi pratici

Esempio di Background 01: la "vera verità" e le sue versioni 

"Alcuni giorni fa, il tuo fidatissimo alleato ed amico di lunga data Marco, ti ha rivelato che fra tre notti vorrebbe incontrarti presso il pozzo etrusco, per consegnarti in segreto un oggetto che ritiene importantissimo, prezioso e raro."

Il primo pensiero  generalmente porta a fidarsi: l'informatore Marco è molto affidabile, sempre stato fedele, quindi, tre notti dopo ti dirigi al pozzo Etrusco.

Cosa può succedere li?

  • Tutto come previsto: l'informatore ti consegna l'oggetto come promesso. Sei soddisfatto.

ma esistono molte altre possibilità! Eccone una:

  • Vai al pozzo Etrusco ed una potente entità ti si para davanti, attaccandoti... non hai scampo e vieni distrutto.

Perchè allora Marco ti ha dato quella informazione? Esistono molte possibilità, per esempio:

  • Marco ti ha detto la verità, ma era stato spiato da altri che volevano l'oggetto, che lo hanno atteso, eliminato ed hanno fatto lo stesso con te, evocando ed assoggettando una entità per lo scopo.
  • Marco ha mentito inconsapevolmente: egli stesso era stato ingannato e l'oggetto che riteneva prezioso gli era stato fatto trovare appositamente per avere un pretesto per farti uscire allo scoperto, da solo.
  • Marco è stato obbligato a mentire: Non esiste alcun oggetto raro e  prezioso. Marco è stato obbligato con poteri mentali a collaborare, oppure sotto minaccia di morte o sotto tortura.

ma perchè i naratori vorrebbero ingannarvi a tal punto da distruggere perfino il vostro personaggio? una possibile verità è rivelata in fondo a questo documento!

Esempio di Background 02: "opinioni da background"

In alcuni casi, da Background vi sarà già suggerito se credete o meno ad una informazione. Anche in questo caso, questo non significa che la cosa sia una verità assoluta, nè che vi sarà impossibile cambiare idea!

BG Giocatore 1: "uno spirito, ti dice che in centro sono avvenuti tre omicidi, ritieni sia stato sincero e convincente"

BG Giocatore 2: "uno spirito, ti dice che in centro sono avvenuti tre omicidi, ritieni ti abbia mentito"

Perchè questa differenza? Per esempio, lo spirito è una entità ingannatrice. Nel primo caso, il personaggio è un giovane gangrel, con pochi punti in fermezza , ed è quindi molto probabile che creda alla menzogna. Nel secondo caso si tratta di un anziano Ventrue, ormai abile nel comprendere gli inganni (fermezza elevata).

[in sostanza, anche se non  viene detto, il narratore ha effettuato un "tiro" in segreto, per vedere se l'entità  iesce ad ingannare o no. La fermezza è quindi un tratto nella scheda molto  importante!]

 In ogni caso, il giocatore 1 non è obligato a continuare a credere all'informazione! se trova prove contrastanti.

Siete liberi di dubitare sempre, anzi, dovete farlo!

 

Altre cose da tener presente

Contatti

I contatti (polizia, occulto, università, ecc...) non è detto siano unici.

Lo stesso contatto potrebbe, inconsapevolmente o no, essere l'informatore di 2 o più vampiri, anche di diverse congreghe/clan (motivo percui in gioco raramente una informazione importante è detenuta da un solo gicatore)

I contatti sono gerarchici (in funzione dei "pallini"), quindi chi possiede un alto livello, potrebbe manipolare le informazioni dei livelli inferiori!

Esempio:

"il tuo contatto (polizia 2) ti rivela che a San Marco è esplosa una bomba la notte scorsa e che la zona è off-limits per indagini"

Questa informazione potrebbe raccontare la verità, ma anche no... infatti potreste scoprire che in realtà in quella zona si era palesata una entità pericolosa per i vampiri, che è stata distrutta, causando però molti danni e che lo sceriffo abbia chiamato il suo contatto (polizia 4) per coprire la cosa con la storiella della bomba.

Tra le cose, questo dimostra quanto sia importante l'uso dei contatti ed avere un alto valore di questi.

Continuo della storia... un esempio per capire la complessità del gioco

 

Giocatori contro giocatori...una possibile verità!

"Nelle notti scorse, hai contrastato pubblicamente l'anziano Ventrue invictus DeAngelis (interpretato dal giocatore Simone) indisponendolo a tal punto che egli ha desiderato eliminarti in modo silenzioso. Egli, grazie ai suoi contatti (criminalità 5) ha potuto facilmente mettere i suoi scagnozzi a pedinare il tuo contatto Marco, scoprendo dove abita.

Quindi,  ha venduto a Marco (ad un prezzo molto vantaggioso) un oggetto di valore (preso dalla sua collezione), contenente una microspia. L'oggetto era "poco legale" e questo garantiva a DeAngelis che lo scambio sarebbe avvenuto in segreto.

Marco non ha particolari motivi di sospettare (ed ha fermezza relaivamente bassa) quindi non risulta dubbioso quando ti ha contattato per girarti l'oggetto.

Il Ventrue DeAngelis, ha quindi potuto, comodamente dal suo rifugio, scoprire quando e dove avvenisse lo scambio fra te e Marco e precedervi. In cambio di un favore, ha convinto una entità ad attenderti al pozzo etrusco ed eliminarti."

 

Questo esempio, mostra come si possano usare e combinare i rtatti della scheda, capacità, favori, per ottenere ciò che si desidera.

Inoltre dimostra come sia perfettamente possibile per i giocatori stessi, contrastarsi a vicenda e perfino eliminare i personaggi altrui! fa parte del gioco!

in questo caso, la narrazione è plausibile e coerente, quindi i narratori non possono opporsi alla richiesta del giocatore Simone. (questo non significa che il delitto sia "perfetto"....)